Valutazione,
Mappatura,
Indirizzamento

L'opzione migliore potrebbe essere quella
non ancora esplorata.

Genetica e
oncologia

Esplorare ogni opzione è il solo modo per
garantire al paziente la scelta migliore

L’identificazione delle alterazioni genetiche di un tumore consente di sapere se ci sono farmaci specifici in grado di colpirne i punti deboli. Ogni tumore è infatti diverso dagli altri e dispone di un corredo genetico-mutazionale proprio. Questa unicità, nei singoli casi, giustifica o meno la scelta di farmaci mirati a quelle specifiche alterazioni. L’unico approccio per identificare con precisione queste alterazioni genetiche è il sequenziamento del DNA tumorale.

Con Medendi, il paziente è seguito dagli specialisti più competenti e aggiornati, ha accesso ai centri di eccellenza internazionali, ed è guidato nell’arruolamento agli eventuali trial clinici che sviluppano nuovi protocolli e molecole. Questo percorso qualificato e personalizzato ha lo scopo di presentare al paziente ogni opzione percorribile, aiutarlo a comprendere la situazione e guidarlo nel compiere la scelta potenzialmente migliore.

Un percorso
personalizzato

1. Valutazione

Ricevuta la documentazione, il comitato scientifico valuta la storia clinica del paziente e se sia opportuno procedere con il sequenziamento del DNA tumorale.

  • Il paziente, guidato dal suo Referente di Medendi, trasmette la documentazione medico-clinica necessaria;
  • lo Specialista Responsabile di Medendi – solitamente membro del comitato scientifico – analizza la documentazione;
  • entro 3 giorni, il Referente comunica al paziente se vi sia l’indicazione clinica a procedere con il sequenziamento del DNA tumorale.

2. Mappatura

Medendi affida l’analisi genetica del DNA tumorale a laboratori specializzati. Il paziente non ha bisogno di compiere alcuno spostamento: deve solo recuperare il campione di tessuto già utilizzato per l’esame istologico.

  • Il paziente è guidato nel recupero e nell’invio del campione anatomico già utilizzato per l’analisi istologica. Il campione può essere ottenuto facendone richiesta al reparto di anatomia del centro che ha in cura il paziente;
  • nel caso sia necessario effettuare l’analisi del DNA tumorale circolante, Medendi può organizzare il prelievo di sangue direttamente al domicilio del paziente su tutto il territorio nazionale;
  • Medendi predispone l’analisi genetica del DNA tumorale presso laboratori specializzati. Se il paziente ha già effettuato l’analisi in autonomia, può trasmetterne i risultati al proprio referente in Medendi.

3. Indirizzamento

Il comitato scientifico interpreta i risultati della mappatura alla luce delle più avanzate conoscenze specifiche per individuare le strategie terapeutiche mirate potenzialmente più efficaci.

  • Il comitato scientifico interpreta i risultati della mappatura genetica alla luce di qualificate competenze e delle più aggiornate conoscenze specialistiche: individua eventuali strategie terapeutiche mirate, ricerca clinical trials rilevanti, considera farmaci concessi per uso compassionevole, identifica le strutture di riferimento per il trattamento della patologia specifica;
  • entro tre/quattro settimane dall’inizio del percorso, il Referente illustra al paziente quali opzioni di indirizzamento terapeutico sono state individuate;
  • le strategie terapeutiche potenzialmente efficaci sono condivise con il personale medico di riferimento (medico curante / oncologo personale / staff medico della struttura individuata) per l’approvazione e l’eventuale prescrizione.

Identificare
il problema è
il primo passo

L’analisi del DNA tumorale è il primo passo: è poi necessario interpretarne i risultati per delineare il quadro generale, valutare le opzioni e individuare una strategia.

  • Competenze qualificate – come quelle espresse dal comitato scientifico di Medendi – interpretano l’eventuale espressione e combinazione di alterazioni genetiche significative per individuare punti deboli e punti di forza del tumore.
  • La conoscenza aggiornata dei protocolli farmacologici esistenti, delle sperimentazioni accessibili, dei più recenti studi scientifici, consente di delineare strategie terapeutiche potenzialmente efficaci nello sfruttare i punti di forza del tumore e nell’aggirarne i punti deboli.
  • Infine, Medendi facilita l’accesso a sperimentazioni cliniche, centri di eccellenza e specialisti di rilevanza globale, considera eventuali farmaci concessi per uso compassionevole, si raccorda con medico e oncologo del paziente e personale delle strutture coinvolte affinché siano avviati i trattamenti individuati.

Altri
servizi

Second opinion

La second opinion di Medendi non parte dai referti disponibili, bensì esanima l'intera documentazione clinica disponibile, incluse eventuali immagini degli scan. La documentazione deve essere fornita in lingua inglese: qualora non sia già così, Medendi può curarne la traduzione per conto del paziente.

A seconda della patologia, inoltre, Medendi può affidare la second opinion internamente, al comitato scientifico, oppure a centri di eccellenza come il Memorial Sloan Kettering Cancer Center o la Harvard Clinic, a garanzia di un parere altamente qualificato.

In base all'esito, il servizio di second opinion ha ideale seguito nella Fase 3 del percorso, l'indirizzamento.

Accompagnamento

L'accomapgnamento è una virtuale Fase 4 del percorso terapeutico personalizzato. Consiste nel fornire al paziente - ed eventualmente ai suoi famigliari e accompagnatori - una gamma di servizi che copre a 360 gradi ogni bisogno connesso all'iter terapeutico e di follow-up.

Medendi può ad esempio curare la traduzione della documentazione da trasmettere alle strutture, predisporre interpreti in loco, gestire la fase di accettazione e organizzare trasferimenti e alloggi per il paziente, i famigliari e gli accompagnatori.

L'accompagnamento comprende quindi tutti i servizi necessari a liberare paziente e famigliari da qualsiasi onere di carattere pratico, logistico e burocratico.

Trasparenza

Medendi non è un centro medico né una struttura sanitaria.

Per qualsiasi trattamento, sarà necessaria la preventiva analisi e – se richiesta – la prescrizione da parte dell’oncologo di fiducia del paziente oppure del personale medico della struttura sanitaria che effettuerà il trattamento.

Il valore di Medendi per il paziente

Il valore di Medendi è espresso dalle competenze specialistiche e altamente qualificate del comitato scientifico.

In relazione al percorso terapeutico in tre fasi, sono queste competenze che permettono a Medendi di interpretare il quadro clinico generale e il risultato del sequenziamento genetico per individuare eventuali strategie terapeutiche capaci di aggirare i punti di forza del tumore e sfruttarne le debolezze.

Medendi rappresenta un riferimento sia per il cliente che per il suo medico/oncologo di fiducia.

Medendi, infatti, promuove, facilita e coordina l’accesso del paziente a servizi specifici (analisi genetica, second opinion, accompagnamento), strutture di eccellenza, studi clinici sperimentali e altre risorse terapeutiche come farmaci concessi per uso compassionevole.

La visione d’insieme

Medendi non si pone né in contrapposizione né in sostituzione del medico/oncologo di fiducia del paziente o di medici e oncologi delle strutture che erogano servizi prestati al paziente. Al contrario, Medendi collabora, nell’interesse del paziente, con tutte le figure professionali e i centri coinvolti agendo come punto di coordinamento di tutte le risorse significative nel delineare e definire la strategia diagnostica e terapeutica potenzialmente più efficace.

Per ogni dubbio,
domanda o chiarimento: